fbpx
25 Febbraio 2021

COVID-19 Info e Documenti Utili

Istituto San Giuseppe La Salle Milano Banner Pagina COVID-19 Info e Doc Utili

LE REGOLE FONDAMENTALI

Di seguito abbiamo raccolto le norme e le buone pratiche stabilite dalle Autorità e dal Comitato COVID dell'Istituto San Giuseppe La Salle Milano per il contrasto alla diffusione del Coronavirus.

È necessario che ognuno, alunni, genitori e accompagnatori, le segua scrupolosamente per salvaguardare la propria salute e quella di tutti coloro che studiano e lavorano all'interno dell'Istituto.

È un impegno per cui non si è mai troppo piccoli, né troppo grandi.

PER GLI ALUNNI

  • Rispetta sempre la distanza di almeno 1 metro dagli altri ed evita gli assembramenti.

  • Indossa la mascherina e toglila solo in seguito alle indicazioni degli insegnanti.

  • Disinfetta le mani utilizzando il tuo gel igienizzante personale oppure i dispenser collocati in ingresso e nelle aule.

  • Disinfetta sempre le mani prima di toccare oggetti comuni o di altri.

 

PER I GENITORI E ACCOMPAGNATORI

  • Ricorda che hai firmato il Patto di corresponsabilità e devi attenerti al suo contenuto (ne trovi copia più avanti in questa pagina).

  • Rileva quotidianamente la temperatura di tuo figlio/a.

  • In presenza di temperatura oltre i 37.5° o altri sintomi simil-influenzali, c'è l’obbligo di rimanere al proprio domicilio, di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria.

  • È vietato fare ingresso o permanere nei locali scolastici laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi simil-influenzali, temperatura oltre 37.5°, provenienza da zone a rischio o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc.) stabilite dalle Autorità sanitarie competenti.

  • Quando accompagni o ritiri tuo figlio/a in cortile, fai attenzione a mantenere le distanze dalle altre persone ed evita assembramenti.

  • Appena accompagnati e/o ritirati i figli, lascia il cortile perché non è permessa la permanenza. Se stai aspettando un altro figlio che esce più tardi, stai fuori dalla linea gialla insieme a tuo figlio/a: i bambini e ragazzi non possono fermarsi a giocare e devono essere attentamente sorvegliati dagli accompagnatori.

LE FAQ AGGIORNATE alle ultime indicazioni nazionali e regionali

1. È ancora necessaria l’adesione al Patto di corresponsabilità educativa?
Sì, anche per quest’anno scolastico tutte le famiglie riceveranno la specificazione COVID del Patto educativo di corresponsabilità, in cui vengono indicati gli interventi messi in atto dalla scuola nel rispetto della normativa e i relativi doveri da parte degli alunni/studenti e dalle loro famiglie. Il Patto verrà distribuito a partire dal 13 settembre e dovrà essere restituito firmato entro la scadenza che verrà indicata, altrimenti l’alunno/studente non potrà essere ammesso a scuola.

 

2. In quale caso non è consentito l’accesso a scuola?
In tutte le situazioni di potenziale rischio per la comunità scolastica, ovvero nel caso in cui l’alunna/o presenti o abbia avuto:
- sintomatologia compatibile con la COVID-19;
- temperatura corporea superiore a 37.5°, anche nei tre giorni precedenti;
- rientro da Paese estero senza aver assolto quanto previsto dalla normativa vigente;
- contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

 

3. Cosa devo fare prima che il figlio/a venga a scuola?
Verificare il suo stato di salute e provare la temperatura. Se si ravvisano sintomi suggestivi per la COVID-19 oppure se la temperatura è maggiore di 37.5, dovrai trattenere il figlio/a a casa e chiamare il medico pediatra.

 

4. Cosa occorre avere sempre in cartella?
Ciascun alunno della Scuola primaria e secondaria dovrà avere con sé almeno una mascherina di ricambio, un flaconcino di gel igienizzante tascabile, un pacchetto di fazzoletti. Consigliata una borraccia. Tutto contrassegnato in modo evidente con nome e cognome.

 

5. I bambini devono indossare la mascherina a scuola?
Sì, tutti i bambini e i ragazzi dai sei anni in su devono indossare la mascherina all’interno dell’edificio e negli spazi esterni. La mascherina può essere rimossa solamente:
- durante le attività di educazione fisica/motoria, a patto che sia rispettato il distanziamento fisico interpersonale di almeno due metri (tale disposizione è valida se la regione si trova in “zona bianca”);
- durante il consumo di cibi e bevande;
- durante l’esecuzione di attività musicali (strumenti a fiato e canto).

La mascherina può essere di comunità o di tipo chirurgico. I soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina sono esentati dal presente obbligo.

 

6. Valgono ancora le norme di distanziamento e di igiene personale?
Sì, il layout delle aule e dei laboratori per la scuola primaria e secondaria e dei locali per la refezione assicura un distanziamento interpersonale di almeno un metro. L’organizzazione delle attività scolastiche tiene conto del principio di non intersezione tra gruppi, privilegiando la stabilità dei gruppo classe e dei rispettivi docenti.

Bambini e ragazzi sono invitati all’igiene frequente delle mani, mediante acqua e sapone e mediante il proprio gel igienizzante personale. Numerosi dispenser sono dislocati all’interno dell’istituto. Laddove opportuno, apposita segnaletica ricorda le principali norme di igiene personale, etichetta respiratoria e il rispetto della distanza interpersonale.

 

7. È ancora necessaria la misurazione della temperatura prima dell’ingresso nella scuola?
Le autorità non richiedono la misurazione obbligatoria della temperatura corporea alle persone che accedono alla scuola. È però facoltà della scuola decidere di effettuarla per tutti o per alcuni gruppi, sistematicamente oppure a campione.

 

8. Come avvengono entrata e uscita da scuola?
Al fine di evitare di assembramenti, gli ingressi sono contingentati negli orari e nei luoghi di accesso e uscita. In cortile è indicato tramite apposita striscia gialla lo spazio entro il quale non è consentito l’accesso agli adulti accompagnatori (a eccezione della scuola dell’infanzia). Durante l’uscita delle classi gli accompagnatori sono invitati a rispettare le norme stabilite dalle autorità per quanto riguarda gli spazi aperti, in funzione della situazione epidemiologica. Poiché è verosimile che nei momenti di ingresso e uscita sia complicato mantenere il distanziamento tra i genitori e familiari in attesa, è ad esempio obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto. L’accesso all’edificio, salvo casi specifici, è consentito solamente su prenotazione, mandando una mail a gestione.covid@isglasalle.org

 

9. Gli ambienti scolastici vengono igienizzati?
Sì, oltre al consueto turno di pulizia giornaliera sono previsti turni aggiuntivi funzionali a igienizzare le superfici di frequente contatto (es. banchi, maniglie,…) con prodotti appositi. I laboratori e gli spazi adibiti alla refezione sono igienizzati dopo ogni utilizzo.

 

10. Perché le finestre delle aule e di altri locali vengono tenute aperte a intervalli?
Perché la ventilazione intermittente rappresenta uno tra i più efficaci strumenti di prevenzione, non solo per la COVID-19 ma per l’influenza stagionale. Assicura inoltre una migliore qualità dell’aria e dell’ambiente. Pertanto, in tutte le aule è prevista l’apertura per almeno cinque minuti ogni ora, durante l’intervallo breve e durante una parte dell’intervallo lungo. La ventilazione con l’esterno viene modulata in funzione delle condizione climatiche e tenendo conto della normativa in merito alla temperatura di comfort all’interno dell’edificio scolastico. A questo proposito è opportuno che ciascuna famiglia assicuri al proprio figlio/a un abbigliamento coerente con la situazione climatica.

 

11. Quando mio figlio/a può usufruire della Didattica a Distanza?
La Didattica a Distanza (DAD) è da considerare un’opzione di riserva che può rivelarsi utile per garantire la continuità didattica in tutte le situazioni in cui, a causa della pandemia, non è possibile frequentare la scuola. Per questo motivo è autorizzata solamente in caso di quarantena o isolamento fiduciario o obbligatorio. L’attivazione della DAD richiede la stesura di un orario su misura per lo studente, in funzione delle materie che possono essere svolte in DAD o meno. I tempi di attivazione della DAD possono arrivare a 48 ore dalla segnalazione. L’Istituto si riserva di autorizzare singolarmente ogni altra situazione specifica, in ragione di una
motivata richiesta pervenuta a gestione.covid@isglasalle.org

 

12. Come si svolgono i colloqui con i docenti e le riunioni?
I colloqui si svolgono online, mediante la piattaforma digitale di Istituto e il software Google Meet, in base all’orario di ricevimento del docente. Il colloquio deve essere prenotato tramite il Registro elettronico e si svolge nell’aula virtuale del rispettivo docente. Per accedere al portale “aule virtuali ISG” è necessario avere effettuato il login tramite l’account di Istituto di proprio figlio/a. L’avvio del periodo di colloqui online verrà indicato da apposita circolare. Le assemblee di classe e gli altri momenti che prevedono la partecipazione dei genitori sono svolti esclusivamente online secondo le modalità stabilite dal referente/tutor/coordinatore di classe.

 

13. Mio figlio/a oggi sarà assente da scuola: devo avvisare?
Sì, perché la scuola deve tenere sotto controllo eventuali aumenti di assenze come potenziali indizi di focolaio e comunicarli alle autorità. Per qualsiasi tipo di assenza, devi compilare un breve modulo che trovi qui.
ATTENZIONE! Occorre avvisare sempre e tempestivamente la segreteria (NON I DOCENTI, NÉ LA PORTINERIA), specificando se l’assenza è dovuta a motivi di salute e anche se è stato interpellato il PLS (pediatra) o MMG (medico di famiglia). Analogamente, dovrai comunicare alla scuola anche il rientro dell’alunno. In caso di rientro da un’assenza non comunicata, l’alunno/a non potrà essere riammesso/a a scuola.

 

14. Cosa devo fare se mio figlio/a a casa mostra sintomi suggestivi per la COVID-19 oppure ha la febbre?
Tienilo a casa e chiama il medico pediatra o di famiglia. Segui quindi le sue indicazioni: se fosse un sospetto caso di COVID-19, ti indirizzerà a uno dei punti tampone organizzati dalla Regione, altrimenti ti fornirà le indicazioni per le cure del caso.

 

15. Quali documenti devo portare per effettuare il tampone?
Dovrai avere una fotocopia della Carta di Identità (dell’adulto accompagnatore), una fotocopia della Tessera Sanitaria dell’adulto accompagnatore e del minore e il modulo di autodichiarazione per minori. Se provieni da scuola, la segreteria ti consegnerà il modulo di autodichiarazione recante il timbro dell’Istituto. Se invece provieni da casa, dovrai stampare e compilare il modulo di autodichiarazione per i minori.

 

16. Cosa succede se mio figlio/a mostra sintomi suggestivi per la COVID-19 o ha la febbre quando è a scuola?
I docenti di classe, in accordo con il Comitato COVID, valuteranno rapidamente caso per caso, in base all’evidenza e alla persistenza dei sintomi. Se lo riterranno raccomandabile, a tutela della sua salute e della comunità scolastica, chiameranno i genitori o il responsabile legale affinché vengano rapidamente a ritirare la figlia/o. Intanto, il personale scolastico avrà cura di allontanare a scopo precauzionale l’alunno dalla classe e se ne prenderà cura. Quando verrai a prendere tuo figlio, ti verrà consegnato il modulo di autodichiarazione (vedi FAQ nr. 15) per recarti in uno dei punti tampone. Nel frattempo, consulta il tuo PLS o MMG.

 

17. Cosa devo fare se il medico non ritiene necessario effettuare il tampone?
Dovrai seguire le indicazioni di cura fornite dal medico, osservare il tempo suggerito per il rientro in comunità e prendere le decisioni più responsabili per tutelare la figlia/o, i familiari conviventi e la comunità scolastica. Per il rientro degli alunni di scuola primaria e secondaria è obbligatorio giustificare l’assenza tramite il Diario; per la scuola dell’infanzia non è necessario giustificare. Mediante un’apposita autodichiarazione online i genitori/adulti dovranno specificare che il medico non ha ritenuto necessario effettuare il tampone.

 

18. Cosa devo fare in caso di assenza da scuola per motivi che non riguardano la salute di mio figlio/a?
È obbligatorio comunicare alla segreteria l’assenza e il rientro, compilando il modulo online.

 

19. Come devo comportarmi in attesa dell’esito del tampone del figlio/a?
Dovrai tenerlo/a a casa e osservare le indicazioni di isolamento fiduciario. Se l’esito è negativo, dopo valutazione del PLS o MMG, potrai riprendere la frequenza scolastica solo dopo avere inviato alla segreteria (gestione.covid@isglasalle.org) l’esito negativo del tampone oppure l’attestato di rientro sicuro in comunità, rilasciato dal tuo PLS o MMG.

 

20. Come devo comportarmi nel caso in cui il tampone risulti positivo alla COVID-19?
Dovrai avvisare la segreteria (gestione.covid@isglasalle.org) e osservare un periodo di isolamento obbligatorio, seguire le indicazioni dei servizi sanitari ed avvisare quanto prima la segreteria. Il rientro a scuola al termine dell’isolamento obbligatorio potrà avvenire solamente presentando l’attestazione di rientro sicuro in comunità che ti rilascerà il tuo PLS o MMG. Dovrai inviarlo via mail alla segreteria (gestione.covid@isglasalle.org) non appena in tuo possesso.

 

21. Quanto dura l’isolamento obbligatorio di un caso confermato positivo?
L’isolamento obbligatorio dura fino a guarigione clinica. La durata è di 10 giorni dal riscontro della positività, purché siano trascorsi almeno 3 giorni dalla fine dei sintomi; a partire dall’undicesimo giorno dovrà essere eseguito un tampone naso-faringeo molecolare: l’esito negativo del tampone conclude l’isolamento. In caso invece in cui l’esito del tampone sia ancora positivo, l’isolamento si conclude dopo 21 giorni dall’effettuazione del primo tampone positivo, purché siano trascorsi 7 giorni dalla fine di eventuali sintomi.

 

22. Come vengono individuati i contatti stretti?
I compagni di classe che sono entrati in contatto con il caso confermato positivo nelle 48 ore precedenti l’insorgenza dei sintomi oppure precedenti il riscontro della positività sono considerati contatti stretti. I loro nominativi vengono comunicati ad ATS dalla scuola.

 

23. Quanto dura la quarantena di un contatto stretto?
Se la persona in quarantena ha completato (da almeno 14 giorni) il ciclo vaccinale, la quarantena dura 7 giorni. Altrimenti dura 10 giorni. In entrambi i casi:
- ATS provvederà a programmare un tampone naso-faringeo o molecolare per il rientro a partire dal primo giorno successivo al termine della quarantena;
- in caso di esito negativo, il PLS/MMG rilascerà l’attestato di rientro sicuro in comunità che dovrà essere inviato alla segreteria via mail (gestione.covid@isglasalle.org) per poter rientrare.

In assenza di comunicazione da parte di ATS, qualora fosse impossibile effettuare autonomamente un tampone, la quarantena è estesa a 14 giorni e il rientro potrà avvenire il 15esimo giorno senza bisogno di attestato del PLS/MMG.

 

24. Cosa succede se mio figlio/a è considerato contatto stretto di una persona del contesto extra-scolastico?
Devi avvisare la segreteria mediante le modalità descritte alla FAQ nr. 13 e osservare la quarantena, secondo le modalità previste dalle autorità sanitarie. Per il rientro è obbligatorio inviare alla segreteria l’attestato di rientro sicuro in comunità.

 

25. I familiari conviventi di un contatto stretto devono osservare la quarantena?
No, i familiari conviventi non devono osservare alcun periodo di quarantena.

 

26. Cosa succede se, al termine di isolamento obbligatorio o quarantena, mi dimentico di inviare la
documentazione richiesta?
A tutela della salute della comunità scolastica, l’alunno non potrà essere ammesso a scuola: il genitore o il tutore legale dovranno riportare il figlio/a a casa.

 

27. Esempio di calcolo del periodo di quarantena per i contatti stretti
Ultimo contatto con caso accertato positivo: 3 Ottobre [Giorno 1° di quarantena]
Termine quarantena per contatti stretti vaccinati: 9 Ottobre [Giorno 7° di quarantena]
Primo giorno utile per effettuazione tampone e per il rientro a scuola in caso il tampone (antigenico o molecolare) risulti negativo: 10 Ottobre [Giorno 8° di quarantena];

Ultimo contatto con caso accertato positivo: 3 Ottobre [Giorno 1 di quarantena]
Termine quarantena per contatti stretti non vaccinati: 12 Ottobre [Giorno 10° di quarantena]
Primo giorno utile per effettuazione tampone e per il rientro a scuola in caso il tampone (antigenico o molecolare) risulti negativo: 13 Ottobre [Giorno 11° di quarantena].

 

LINK RAPIDI

SCARICA E STAMPA IL MEMO IN FORMATO PDF

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi